GIUI

Chiamate, vi prego, il mondo la valle del fare anima. Allora scoprirete a che serve il mondo.
— John Keats
giui is not an artist.jpg
 
 

Non credo nelle biografie e nemmeno nelle pagine about. Di certo le anime non possono essere racchiuse in poche parole, ma parlano di noi le opere che realizziamo, la vita che viviamo, le cose che sogniamo. Dovevo chiarire però in qualche modo che all'anagrafe sono Giulia Russo e Giui è il nome che mi sono scelta, quello che da anni accompagna la parte più poetica di me. Credo che la quotidianità abbia una poesia nascosta, che aspetta solo di esser svelata. Ho anche provato a stendere un manifesto, dove ho elencato altri punti per me importanti.
Ho fatto l'architetto, il designer e l'artista, ma ciò che sono da sempre è una cantastorie. Per me oggi essere Aedo significa intersecare le arti della poesia, della fotografia e dello storytelling.  Le storie che preferisco sono quelle comuni, di alberi genealogici familiari rappresentati in vecchie foto ingiallite custodite in soffitta, son quelle così minuscole e quotidiane che si rischia di dimenticarle.

Sono qui pronta a raccontare anche la tua storia. 

l’individuo io canto, una semplice singola persona, eppur pronuncio la parola Democrazia, la parola In-Massa.
La fisiologia da capo a piedi io canto,
né la fisionomia da sola né il cervello da solo valgono per la Musa: io dico che la Forma completa vale di gran lunga di più, la Femmina e insieme il Maschio io canto.
La Vita immensa in passione, impulso, potenza, piena di gioia, per le azioni più libere che si compiono sotto la legge divina, l’Uomo Moderno io canto.
— L'individuo io canto, Walt Whitman