Inspiration Friday // "Per Aspera sic Itur ad Astra"

Non est ad astra mollis e terra via

Non è facile la via dalla terra alle stelle
— Seneca, Hercules furens, atto II, 437

Il Motto Latino "Per Aspera sic Itur ad Astra" deriva dalla citazione che si trova nell'Hercules Furens di Seneca. Significa "La via che porta alle cose è piena di ostacoli".

Mi è tornata in mente sfogliando il dizionario di Latino del Liceo [perché uno dovrebbe sfogliare il dizionario di latino del Liceo? questa è un'altra storia, ma lo faccio non di rado, mi provoca un'insensata sicurezza] e credo che non sia casuale.

Delle avversità che ci si trova di fronte, una volta intrapreso un nuovo progetto, ne ho già parlato lunedì, dove ho accennato però anche della carica di energia che mi ha regalato l'avvento del nuovo anno. Tra le alchimie che hanno procurato questo sentimento di perseveranza, che è diventata appunto la mia parola del 2016, vi è anche il citato proverbio.
Lo vedo come uno di quei puntini che collegano il disegno su cui si basa la grafica di questo sito, che ricorda, appunto, le costellazioni.

image.jpg

In realtà, avevo scritto questo post settimana scorsa ed uno dei "puntini" che collegano questo strano disegno astrale, che mi sta portando attraverso le "asperità" per arrivare alle stelle era proprio l'album che usciva quello stesso giorno: Black Star, di David Bowie.
Nel 2015, ho rispolverato "Space Oddity" dalla classifica delle canzoni che hanno fatto "la mia" storia, grazie alla visione di "I Sogni segreti di Walter Mitty". Simone ed io abbiamo rifatto di questa canzone una sorta di cavallo di battaglia personale. Quello da sfoderare dopo l'ennesima giornata difficile. Credo di averla ascoltata almeno una volta al giorno, ma spesso di più.
Il fatto che il nuovo album di Bowie parlasse ancora di stelle, costellazioni, tema a lui sempre caro, mi sembrava davvero l'ennesimo segno che ero sulla strada giusta, come un amuleto.

Così venerdì ho iniziato a pensare ad una piccola opera, che potesse esprimere tutto questo ed ho deciso di aspettare a parlarvi di tutta la storia.

Lunedì David Bowie ci ha lasciato ed io mi sono pentita di non aver scritto prima di tutto ciò.
Non ho finito l'opera che ho in mente, non posso ancora farcela vedere, ma una cosa è certa, anzi due:

Pe Aspera ad Astra sarà il mio motto per quest'anno e forse non solo.
Ascolterò Black Star fino a che non mi si consumeranno le orecchie.

Voi avete mai pensato ad un motto?
Capita anche a voi di ricevere tutti questi "piccoli segni", che sembrano essere disseminati sulla vostra strada pronti ad essere raccolti e collegati insieme?

image.jpg

Credo che in ognuno di noi ci sia un po' di magia, a volte basta solo ascoltarla.

Vi auguro un buon week end.
Guardiamo in alto,
Le stelle sembrano molto diverse oggi.
 

Un Abbraccio,
Giui