Fate bei sogni

image.jpg

Sopravvissuti anche quest'anno alla Milano Design Week, ci portiamo a casa qualcosa di più.
Oltre che al design, portiamo con noi un Grazie a tutti quelli che in questi due giorni sono passati alla sede dell'Unicef a visitare la mostra fotografica sui grattacieli di Alice Zingales e ad infilare un sogno nel cavallo SalvaSogni per i bimbi della Siria.

image.jpg

Sognare è il primo passo dell'azione e son sempre felice di constatare che quando si sogna, si sogna sempre in grande, ma quel grande parte dalle piccole cose, da dentro di noi. Tutti i sogni hanno qualcosa di unico e di speciale, anche se riguardano tutti lo stesso argomento, vorrei comunque trascriverne uno che mi ha colpito particolarmente, per motivi personali forse, non ho idea di chi lo abbia scritto, ma chiunque sia, dovunque sia gli vorrei mandare un abbraccio. 

Quando ero bambino, sognavo spesso di essere un marinaio e andare a spasso per gli oceani con una feroce banda di pirati. Una volta adulto cominciai a sognare di meno e a sperare in cose molto più reali, come un impiego stabile; oppure sognare la pace nel mondo, la fine della povertà. Spesso i bambini, traumatizzati dalla guerra o devastati dalla fame, si limitano a sognare un domani migliore. Nessun bambino dovrebbe sognare un futuro migliore, dovrebbe essergli garantito com’è suo diritto
— Un Sognatore Anonimo

Grazie Grazie Grazie a chi continua a sognare un mondo migliore e con le sue piccole forze agisce perché questo sogno si realizzi

Fate bei sogni, 
Un Abbraccio

Giui

image.jpg