Chi è la più bella del reame? TU

Tutto è nato da Adamo ed Eva, anzi no, tutto è nato dalle cosce di Beyoncé al Superbowl.
Anzi, forse è nato con Kate Moss eletta a nuovo modello di bellezza o ancora prima con Twiggy, insomma, difficile individuarne le origini.

La questione della bellezza e del rapporto corpo-bellezza.

Io apprezzo tutti i tentativi di sdemonizzazione del corpo, che parlano delle donne reali, la moda da CalzaMutanda, o i luoghi in cui i corpi sono mostrati senza filtri di Photoshop, come il progetto di "quelli del sabato". Ammiro e appoggio chi motiva le donne reali a sentirsi sicure e a proprio agio con il proprio corpo, come Spora alias Veronica Bernini e tutta la crew della Stiletto Accademy. Perciò dopo la risposta di Veronica ad un commento sul proprio blog, ho deciso di anticipare l'uscita di un progetto di cui volevamo parlare per il Fuori Salone.

Specchio delle mie brame

Ecco a voi, lo "Specchio delle mie brame". Un prodotto che si colloca tra il design e l'opera d'arte, nato in un giorno dell'estate passata, che insieme a Pilkelab abbiamo pensato, progettato, provato e infine messo in produzione. Un progetto faticoso, come tutte le cose belle, ma un'enorme soddisfazione, perché è un mezzo per veicolare un pensiero:

la bellezza è racchiusa in ognuno di noi.

Specchio delle mie brame

Ogni mattina, svegliandoci e guardandoci allo specchio, con le occhiaie, spettinate e struccate dovrebbe esserci qualcuno che c'è lo ricorda. È questo che si preserva di fare "Lo specchio delle mie brame". Per rispondere alla domanda "chi è la più bella del reame", che si vede riflessa in basso, basta accendere la luce.

Specchio delle mie Brame

YOU. 

Ed è consigliato urlarlo, ballando e saltellando, dando il meglio di sè mentre ci si specchia.

Riflettersi, riflettere. 

Specchio delle mie brame

Riflettere sul fatto che il concetto di bellezza sia mutevole come l'umore di una donna durante il ciclo. Dall’Antica Grecia, passando per gli anni ‘50, agli anni ‘90, ogni epoca ha stabilito dei canoni a cui la bellezza doveva rispondere.

“Se volete sapere qualcosa di più sulla bellezza, che cos’è esattamente, consultate una storia dell’arte e vedrete che ogni epoca ha le sue veneri e che queste veneri, messe assieme e confrontate fuori dalle loro epoche, sono una famiglia di mostri. Non è bello quel che è bello, disse il rospo alla rospa, ma è bello quel che piace”.
— Bruno Munari


Oggi la contemporaneità è pronta oggi ad una nuova idea di bellezza: l’unicità.
L’unicità di chi si riflette, l’unicità del soggetto che si trasforma durante la vita.

Specchio delle mie brame

Non ci sono canoni a cui rispondere, ci sono persone che essere uniche, che vedono il proprio corpo come un mezzo, da sfruttare al massimo, per raggiungere traguardi personali. 

il corpo è un mezzo, non un fine. 

la bellezza dipende solo dalla capacità di sognare della nostra anima.

Siamo pronte a prendere i canoni, a farci un bel soffritto e a sentirci tutte, tutti i giorni le più belle del reame?

È il momento adatto per ribellarsi a qualsiasi norma, misura e stile che ci viene imposto, ma va fatto insieme, funzionerà quando ognuno di noi si accetterà e sarà pronta allora ad accettare l'altra. E' quello che cerca di dirci anche Biancaneve, più bianca che mai, che ci osserva mentre ci specchiamo.

Specchio delle mie brame

“Specchio, Specchio delle mie Brame” è una prodotto all’interno di una piccola produzione privata. Ogni pezzo, numerato, è studiato, progettato, realizzato sulle esigenze del cliente. Ogni prodotto è unico, realizzato da artigiani in Italia, con materie prime di qualità. Ogni esemplare è corredato da un documento che porta il nome e la storia di chi l’ha pensato e realizzato e lo spazio per scrivere quella di colui che lo riceve.

Anche la modella che abbiamo scelto per la campagna pubblicitaria del prodotto non è casuale. Innanzitutto è mia Zia Marcella, una Donna con la D maiuscola. L'ho trovata fin da subito perfetta per rappresentare il concetto che volevamo comunicare. Lei, che ha una ruga per ogni meraviglia che ha vissuto, è perfetta per ricordarvi che la bellezza non è una questione di numeri sulla bilancia, centimetri o misure da rispettare, ma dipenda dall'anima. Perciò, fate come lei, rideteci su.

Specchio delle mie brame

Vi auguro una buona giornata, costruite la vostra bellezza interiore, riscopritela e fatela diventare il vostro punto di forza.

Un Abbraccio,
Giui :)

Tutte le magiche foto sono di Simone Berna.