Amo la natura

Qualche mese fa ho iniziato a parlarvi, punto dopo punto, del mio manifesto.
Ho deciso di farlo perché sono i punti su cui si basa la mia vita e da cui è ispirato il mio lavoro, credo che se decidiate di affidarvi a me per raccontare attraverso la fotografia il vostro matrimonio, la vostra famiglia o la vostra passione trasformata in lavoro sia importante sapere quali sono le basi del mio pensiero che mi hanno portato fin qui per capire se tra noi può instaurarsi la sintonia perfetta per realizzare un lavoro perfetto.

Non mi interessa essere il fotografo di tutti, voglio essere il vostro.

Quello perfetto per voi, quello i cui punti fondamentali rispecchiano anche la vostra visione del mondo.
Perciò, ecco che, dopo che vi ho spiegato perché amo le storie e raccontarle e del perché amo la poesia, ecco che spargo parole a profusione sul perché amo la natura.

Fotografia di SB

Fotografia di SB

Innanzitutto, sono cresciuta in campagna. Venivo sgridata ogni sera, quando mia madre arrivava a casa e non mi trovava, perché persa nelle mie passeggiate solitarie a raccogliere fiori.
Cresciuta in mezzo agli animali, non ho mai capito la differenza tra un amico con il viso ed uno con il muso. Ho abitato in città grandi: Lyon e Milano...ed ogni volta sono andata a cercare la natura, che fosse un ritrovarsi nel parco più grande del mondo o in un orto sul balcone.

Quando mi perdo, mi ritrovo nell'immensità del più grande di me.
Si, ci sono luoghi che sono per me tornare a casa: il mare che si infrange potente sulle scogliere corse di Porto, i paesaggi del Connemara...e la Pietra Perduca, il mio luogo magico preferito a due passi da dove abito ora [se oggi curiosate il mio IGstories trovate dei video e alcune informazioni su questo luogo magico].

Fotografia di SB

Fotografia di SB

Dato che ogni volta che vi parlo di un punto del mio manifesto vi propongo un gioco, un esercizio, anche oggi non vorrei far da meno.

Se siete tristi, vi sentite oppressi o dovete prendere una decisione importante e non sapete da che parte cominciare, andate in un bosco ed abbracciate un albero.
Lui guarirà e vi indicherà la via.

Buoni abbracci,
anche da parte mia.
Giui