Fotografia e brand: il contenuto visuale e il suo vademecum

La volta scorsa ti ho dato gli ultimi consigli per progettare la tua visual strategy.
Visual strategy è progettazione di tutti i contenuti visivi.

Cosa significa contenuto visivo?

Per contenuto si intende tutto ciò che trasmette informazioni ed emozioni, oggi in realtà i social media sono saturi di immagini, ma poche di queste rientrano in realtà nella categoria "buon contenuto visivo".

Se hai letto bene tutti i post dell'argomento "Fotografia e Brand" saprai che:

Il buon contenuto visivo ha uno stile ben definito. Il TUo.

Connesso alla tua immagine coordinata, che permette alle persone di identificare come tuo ogni contenuto tale che incontra, senza bisogno di leggere il nome del tuo account.
Una delle piattaforme che ha sottolineato l'importanza del contenuto visivo è Instagram, attraverso cui è possibile creare più facilmente uno stile visuale definendo così il proprio brand. Instagram è uno dei social network con il più alto livello di coinvolgimento rispetto alle altre piattaforme (che sia proprio perché si basa principalmente sull'immagine?)
C'è chi lo considera il social migliore per presentarsi ai propri clienti in modo potente ed interattivo, significante, aumentando la famigerata "business reputation" e creare stuole di fan appassionati che neanche le teenagers ai concerti dei One Directions. Perché? perché fa leva sulla psiche viscerale della tua audience, incoraggiando a scoprire di più sul tuo brand, la storia che vi sta dietro, quindi:

Il buon contenuto visivo racconta una storia. La tua.

Non è un caso che il primo sistema di comunicazione inventato dall'uomo fosse il graffito, l'immagine è atavica nell'essere umano.
A differenza della scrittura, la comprensione delle immagini avviene a livello emozionale. Potrebbe bastare una foto per passare un concetto complesso, per cui avresti scritto un testo intero, che noi, contemporanei uomini con la capacità di concentrazione inferiore a quella di un pesce rosse non leggeremo mai.
[stai ancora leggendo o ti sei perso? va beh, ti metto un'immagine ho capito.]

Fotografia e branding piacenza

Quindi:

il buon contenuto visivo è emozionale

Mentre il contenuto scritto arriva a pochi e in modi diversi, quello visuale è compreso nello stesso modo dal 90% delle persone. Quando "risparmi" (energia, denaro, tempo) nel creare i tuoi contenuti visivi stai risparmiando sull'unico contenuto che è compreso da tutti, perché

il buon contenuto visivo è democraticamente trasversale

Il cervello umano elabora le immagini 60.000 volte più velocemente rispetto ad un contenuto testuale e le  informazioni elaborate più rapidamente attirano maggiormente l'attenzione di chi legge. Quindi:

il buon contenuto visivo è immediato e semplice

In modo che sia compreso il più velocemente possibile da tutti. [ecco perché lo stile minimal su instagram riscuote tanto successo].
Attenzione, semplice non vuol dire scontato o banale. Se i tuoi contenuti visivi sono buoni possono diventare vera promozione del tuo lavoro, se invece sono scadenti, rischi di danneggiarti [devo ricordarvi delle ultime drastiche esperienze di festival di musica italiana, campagne di fertilità e panettoni che hanno fatto un vero flop a causa di contenuti visivi scadenti?] Quindi:

il buon contenuto visivo è curato

Come in ogni altro tipo di contenuto è la sostanza che conta.
Proprio per questo costruiscilo con cura, mettendoci il cuore e tutto te stesso. Se il tempo e le capacità tecnico-oggettive non te lo permettono, scegli un professionista, in linea con il tuo sentire, che se ne occupi al posto tuo.
Se pensi che questa persona possa essere io puoi dare uno sguardo ai miei ultimi servizi di branding photography e contattarmi per un preventivo :) 

Buona giornata,
buona cura in tutto ciò che realizzate
Un abbraccio,
G