Fotografia e brand: Instagram, la differenza tra visual strategy e far foto sempre uguali

Ho già parlato del concetto di visual strategy, ma oggi voglio soffermarmi sulla grande differenza tra utilizzare una Visual strategy coerente e fare foto sempre uguali da postare su Instagram.

Una delle cose che premetto sempre ai corsi di styling  è che all'inizio, quando si compongono i propri styling, è meglio seguire la regola del LESS IS MORE. Ovvero, utilizzare pochi props e reiterati.
All'inizio quest'operazione aiuta ad essere riconoscibili, a creare quindi una Visual strategy forte, ma soprattutto ad avere padronanza degli oggetti e di apprendere al meglio le regole di composizione, che poi si potranno applicare a tutti gli altri oggetti.

...il problema è rimanere prigionieri della stessa gabbia dorata che ci si è costruiti.

Una gabbia che dà sicurezza, immensa sicurezza, ma diciamocelo ci toglie un po' anche del senso perché siamo approdati a questo modo di comunicare: divertirci. condividere. emozioni vere. immediatezza.

Credo che questo problema sia dovuto al fatto che spesso prima di progettare la propria visual strategy manchi "una personale ricerca di stile" [a proposito, se l'argomento ti interessa sabato 27 Maggio lo affrontiamo in un workshop allo Spazio Ouilpò!]

La ricerca di stile è qualcosa di più profondo, un percorso che coinvolge ogni parte di noi, dall'anima al filtro che andiamo ad utilizzare, è faticosa, ma è quella che ci permette di non copiare gli stili di altri e di salvarci dal realizzare foto sempre uguali, con lo stesso sfondo, con gli stessi oggetti, nella stessa posizione.
Quindi no, visual strategy non è realizzare e postare costantemente le stesse foto con il medesimo styling, ma è trovare uno stile di fondo, trasmesso da alcuni elementi di styling, che permettono di avere una visione totale della nostra storia.

Qui sotto trovi alcuni consigli che posso dare, e che ripeto essere solo consigli, poiché la ricetta magica come al solito non esiste, da mettere in pratica quando ti senti braccato nella gabbia dorata che ti sei costruito grazie ad una perfetto e ordinatissimo [e quasi da killer] feed IG.

 

Amplia il tuo sguardo

La fotografia è un costante esercizio di cambio di prospettiva.
Perciò fallo, cambia prospettiva.
[si lo so, che comporre una flat lay risulta molto più semplice...ma proprio per questo non credi sia giunto il momento di provare qualcosa di nuovo?]

IMG_1842.JPG

 Cambia punto di vista.

Ovvero cambia obiettivo, lunghezza focale.
Se hai una reflex o una mirrorless è facile, se avete obiettivi fissi basta sostituirli, se avete uno zoom potete bloccarlo alla lunghezza focale che vi siete accorti utilizzare di meno.
Per esempio, io sono una "50mm addicted" e fosse per me farei tutto con quello, ma alcuni giorni mi sforzo di lasciarlo riposare e tengo montati solo il 27 mm oppure l'85 mm...
sarai sorpreso all'inizio dalla difficoltà di approccio, ma dopo dalle nuove risposte che la tua creatività troverà.
[per curiosità all'inizio, prova a fotografare la stessa scena con tutte le lunghezze differenti, vedrai che sorpresa...soprattutto perché in alcuni casi ti accorgerai come l'immagine non funzionerà e dovrai cambiare posizione ai vari oggetti riequilibrando la scena sulla nuova lunghezza focale] 

 

un passo indietro, uno avanti

Che tu abbia una reflex o uno smartphone non importa. Si dice che se una foto non è venuta come l'avevi in mente è perché sei stato troppo pigro. Avvicinati un passo [o anche dieci] al tuo soggetto rispetto al solito, allontanati, come mai avevi fatto prima. Probabilmente alla fine ti faranno male le gambe, ma avrai ottenuto risultati finalmente nuovi!

IMG_1841.JPG

 lavora di sIMILITUDINE

La similitudine è quella figura retorica che indica paragone e se nella scrittura si usa per comparare due elementi, nel visual la puoi utilizzare per ampliare i tuoi props, ma rimanendo sempre fedele al tuo stile. Prendi gli oggetti di scena e gli sfondi che utilizzi di solito, estrapola i primi tre aggettivi [e i più importanti] che secondo te li caratterizzano e cercane altri che corrispondono a questi aggettivi. In poco tempo avrai ampliato la tua scorta di props, ma senza correre il rischio di non essere più coerente con la tua visione. 

IMG_1839.JPG

esci dalla comfort zone

Fotografi sempre all'interno, esci e vai a fotografare per strada, oppure vai a fare una gita nel verde. Fotografi sempre paesaggi? prova a metterti all'opera con una natura morta in casa, oppure un ritratto.

Se ci sono altri modi che ti vengono in mente per non rimanere prigioniero in uno schema reiterato all'infinito di medesimi scatti, mi farebbe piacere li condividessi qui :)

Intanto ti ricordo che presto uscirà il mio ebook "Style, Styling e Storytelling" [sono emozionatissima ogni volta che ci penso si!] il cui primo capitolo insiste proprio sul concetto di Stile!

...che ogni giorno possa essere un passo in più verso comunicare autenticamente noi stessi,
buona giornata!
Un abbraccio,
Giui