Condividere è bello finché...

Finché non trovi le tue foto modificate male sul profilo instagram di qualcun’altro, le tue parole senza virgolette e fonte come stato fb di qualcuno, le tue idee storpiate e passate come proprie sul blog di non so chi e tanti altri fatti nefasti. Avrei mille aneddoti da raccontare a riguardo, proprio prima di rilanciare la nuova grafica del mio blog ho avuto una settimana difficile in cui volevo chiudere tutto, chiudermi in casa e non socializzare più con nessuno, non aprire nemmeno al postino. Credo, però, che a tutti coloro che creano sia successa una cosa simile almeno una volta nella vita.

Camilla di Zelda Was a Writer tempo fa ha affrontato molto bene, a parere mio, l’argomento qui, parlando di buona educazione al tempo dei social network.
In ogni caso, la gioia della condivisione è un diritto che tutti i copioni del mondo non potranno togliermi/ci.

Nel caso delle foto, la cosa si complica, se pubblico una mia foto con un soggetto umano e la vedo condivisa male e pasticciata, mi sento pure in colpa per il soggetto che ho ritratto, il quale ha dato a me la concessione di far vedere il suo volto e non ad uno sconosciuto senza rispetto né fantasia.
Purtroppo non riesco proprio a farmi piacere il watermark, quelle cose tipo “pincopallino photography”. Mi sembra tolgano un po’ di poesia all’immagine.
Per il momento “risolvo” così, mettendo un simbolo, senza nome, che richiama la grafica del mio blog. Praticamente inutile, non riporta nessun tipo di info, lo so, ma spero che almeno sia un deterrente di qualche tipo.

Ok, so che non risolvo definitivamente il problema, ma è una lotta, questa, a cui voglio continuare a giocare con le regole che mi sono imposta [Eleganza e Poesia] e continuerò ad infervorarmi quando troverò scopiazzature varie, a rodermi lo stomaco e a farmi venire i mal di pancia, ma sarò sempre pronta ad inventarmi qualcosa di nuovo.


E poi ciao, il mio watermark ora mi piace tantissimo!

A proposito, due righe sulla scelta di questa grafica che accompagna la nascita di tutto li nuovo blog: queste linee e puntini che ricordano forse una costellazione, mi sono usciti così, dalla testa. Una persona che mi conosce bene dice che rappresentano le mie idee, che si espandono dalla mia mente. Non so perché, ma a me fin da subito hanno ricordato i collegamenti che costituiscono la realtà del mondo, i piccoli avvenimenti che hanno contribuito a creare me stessa. Perché da sempre ho l'impressione che il mondo sia costituito da puntini e che carpire i collegamenti è il modo per arrivare al senso della vita.
Ci sono mattine in cui mi sveglio e i colori delle cose mi sembrano più vividi, le forme più consistenti, tutto mi sembra al suo posto e mi pare come di poterne individuare l'essenza esatta. Se dovessi rappresentare questa sensazione, sarebbe proprio questo disegno della grafica del mio nuovo blog.

Buona condivisione a tutti! Rispettiamo per essere rispettati.

Un Abbraccio,
Giui.