Giui

fai dell'ordinario una poesia

Sulla carta d’identità Giulia Russo, da tantissimo tempo mi identifico Giui.

Mi è sempre piaciuto “inventare il quotidiano” e questo comprende anche trasformare nomi comuni in soprannomi propri. Mi definisco Aedo Contemporaneo. Nell’antica Grecia l’aedo era un cantore, l’etimo della parola deriva appunto da“ᾄδειν”, cantare, la figura, che attraverso gli occhi dell’anima, raccontava le storie, che erano, che furono e che saranno, degli Dei e degli uomini.

Contemporaneo perché, per portare avanti oggi questo sacro compito, invece che la lira, uso la macchina fotografica.

Sono qui, pronta per raccontare anche la tua storia.

Con base a Piacenza
per raccontare l'amore
mi sposto in tutto il mondo.

 
Giui
GIUI
di Russo Giulia
partita iva 01718670332