Are you one of the beautiful people?

Quando ho ascoltato [non sentito, ma ascoltato] per la prima volta "Guest List" degli Eels la voce di Mr. E mi ha posto questa domanda diretta.
Credo di avergli risposto scoppiando in lacrime.

Non è che esiste il dono della felicità e che, chi ce l'ha, si alza tutti i giorni felice, con un bel sorriso stampato addosso e corre con allegria a zonzo per il mondo.

La felicità è una guerra.
In cui ci si rompe tutte le unghie.
Io credo, però, che quello di essere felici sia non solo un diritto, ma anche un dovere.
Lo dobbiamo alle persone che ci vogliono bene, alla vita alla natura e alla cassiera del supermercato che non ha fatto nulla per meritarsi la risposta acida del lunedì mattina.

Cosa c'entra l'essere belle persone con la felicità?


Perché un po' più di un anno fa quando ho ascoltato, finalmente, dopo aver già sentito un milione di volte, questa canzone, io non mi sentivo per niente una bella persona. Ed ero anche alquanto triste.

Sembrava che quelle note e parole mi dicessero: "Ehi G. io so chi sei, io ti conosco" "Ma come fai  a sapere chi sono, se non lo so nemmeno io!"
Però, mentre gli rispondevo, io sapevo, che lui sapeva, anche se io non sapevo. 
Non ci si capisce nulla? si lo so.

Allora un lampo di genio mi è balzato per il cervelletto scrollando tutti i miei neuroni malati: "Forse per essere felici, bisogna innanzitutto essere belle persone!"

Mi sono armata di sorriso, scudi di gentilezza, armatura di costanza e anche le mie creazioni hanno cominciato ad essere influenzate da questo stile di vita.
E' questo quello che vogliono dire le mie paciugate [togliamogli ogni pretesa artistica, vediamole puramente nella loro materialità]: "Senti, io lo so che essere felice è dura, che certe volte ti svegli al mattino e ti senti fatto di gusci d'uova, ma provaci! ti aiuto io! ti aiuto io a vedere il lato bello delle cose! E lo voglio fare con la maggior delicatezza, leggerezza e gentilezza possibile"
Ecco, se solo una persona comprendesse una cosa del genere, io sarei già realizzata.

Perciò la prima pagina del sito è questa:

Glielo dovevo a Mr. E.E chissà che avendo fatto così bene a me, non faccia così bene a qualcun'altro.
EH SI LO SO, SONO UN PO' UNA FRICCHETTONA. ;) 




Il guerriero della luce , sovente, si domanda cosa stia facendo qui. Molte volte pensa che la sua vita non abbia alcun significato. Percio' è guerriero della luce. Perche' sbaglia. Perche' si interroga. Perche' continua a ricercare un significato e finirà col trovarlo. Il guerriero della luce crede. Poiché crede nei miracoli, i miracoli cominciano ad accadere. Poiché ha la certezza che il suo pensiero può modificare la vita, la vita comincia a mutare. Poiché è sicuro che incontrerà l'amore, l'amore compare. Di tanto in tanto si sente deluso. A volte si addolora. E allora sente i commenti: "Com'è ingenuo!". Ma il guerriero sa che ne vale il prezzo. Per ogni sconfitta ha due conquiste a suo favore. Tutti coloro che credono lo sanno.
Paulo Coelho