Can I Tell You a Picture? #2

La sessione d'esami di Luglio è come la fetta di torta del tuo compleanno che ti cade per terra.
Ed era l'ultima. E avevi tanta fame perché non avevi mangiato niente dato che aspettavi con ansia solo il dolce.
Così, ho un sacco di progetti nella testa, che abbozzo maldestramente su milioni di taccuini che spargo in ogniddove, sperando di ritrovarli un giorno, di riuscire a ri-decifrarli e di ritrovare l'entusiasmo per portarli a termine.
Ma anche se sembra assopito niente si ferma, le rotelle continuano a girare, di notte insisto a non dormire e a pormi le solite irrisolte questioni esistenziali...ah no, ma questa è un'altra storia...
Tutta questa manfrina per dire, che nessuno dei progetti che stavo seguendo [ #parliamodiparole, Can I Tell You A Picture ] si è fermato, solamente, è rallentato e leggermente posticipato, causa sessione estiva del Politecnico di Milano che pone l'ultimo mio esame il 31 Luglio [è sempre stato così.
l'istruzione scolastica mi annoia, blocca la mia creatività e mi perseguita fino alla fine dell'estate.]....
Ecco qua, alcune foto, di ormai un bel po' di tempo fa, che solo ora ho avuto tempo di mettere a posto.
"L'indecifrabile storia della Ragazza Racconto che collezionava parole con cui cuciva favole"
Ringrazio tantissimo la modella Carlotta, per avermi concesso di fotografare le parole scritte in fondo al suo cuore.