Primo Giorno di Scuola!

Primo Giorno di Scuola!

E' nuovamente il nuovo anno, nuovamente da affrontare con una nuova-mente. Impazzano i post sui tips per affrontarlo al meglio, in particolare qui quello della cara Camilla o le buone speranze di Sara, alias Nuvolosità Variabile.

Quindi, dato che abbiamo l'opportunità di cominciare due volte all'anno, a gennaio e a settembre, perché non fissare in questi due mesi un "tagliando" della nostra vita? Lei ha i freni da cambiare, anzi, no, sa che facciamo li togliamo di peso, via tutti i freni inibitori! Lei ha fatto troppi km, è ora che si fermi un po'! Lei invece con quella ipsilon color cappuccino, forza, cosa aspetta a schiacciare sull'acceleratore? Mi faccia vedere quei tergi…ossignùur, per forza che non ci vedeva più, le mancano 3 diottrie!

Credo in un ottimo futuro, non mi interessa quello anteriore, poiché il passato prossimo mi ha insegnato a concentrarmi sull'immediato. Sarà un Autunno esplosivo, sorprendete e creativo, perché? beh, è uscito addirittura il nuovo singolo degli arcade fire, pochi giorni fa ho fatto un sogno stranissimo e bellissimo di cui forse parlerò e ieri ho ricevuto un'ottima notizia! Per quanto mi riguarda, anche io ho cercato di fare una lista di quei punti che vogliono trasformare la mia mente in nuova mente, nuovamente, come la fenice, continuare a rinascere.

* Allontanare le persone che vi regalano cattiveria. Un anno o due fa mi sarei lanciata nella missione impossibile di continuare a sorridergli, fino a che un giorno mi avrebbero sorriso indietro. Oggi dico: allontanatele. Ritiratevi nel vostro mondo, raccoglietevi nella vostra fragilità fatta di Cavalli Salvasogni, unicorni e Girandole Scacciapensieri e recuperate le forze, prendendovi tutto il tempo di cui avete bisogno. Quando ve la sentirete e i vostri occhiali avranno recuperato lo strato color rosa che li contraddistingue potrete uscire allo scoperto e continuare la vostra incosciente battaglia del sorriso da dove l'avevate lasciata. Non uscite allo scoperto prima, mi raccomando, o sarete ancora al punto di partenza e il lavoro fatto fino ad allora andrà in fumo. [si lo so, Non si capisce se sto parlando a me o a qualcuno... in realtà forse sto parlando a me stessa, ma con-dividere vuol dire portare le proprie esperienze, in modo che qualcun'altra, nel caso in cui si trovasse nella stessa situazione, possa trarne beneficio]. Se queste persone sono difficile da evitare fisicamente perché frequentano il vostro ambiente lavorativo/familiare, cercate di farlo con il cuore. Gea per esempio ha deciso che eviterà tutti i barboncini del paese.

* Non smettere mai di coltivarsi: leggere, ascoltare, fare. Ci sono così tante cose da scoprire al mondo…combattere la pigrizia, FORZA! Soprattutto si prenda ispirazione da ciò che ci circonda, ma lo si filtri attraverso la propria personalità. Bisogna continuare a cibarsi del mondo e continuare ad evolversi, ma non diventare la copia di nessuno. Trovare il nostro "Io" ed accudirlo. Sarebbe utile fissarlo pragmaticamente attraverso un giorno della settimana, credo che il mio sarà il mercoledì. Gea si impegnerà nella camminata quotidiana per scoprire ogni nuovo angolo nel giardino.

* Ricominciare a piacersi. Si può essere gli esseri può trascendentali del mondo, ma purtroppo alle volte guardandosi allo specchio si può cadere nella banalità più assoluta. A me capita nei periodi di stress estremo, così, senza che me ne accorga, smetto di piacermi. Nessuno è perfetto, ma in questi periodi quella più imperfetta di tutti mi sento io. I miei difetti fisici mi sembrano insormontabili e imperdonabili. Oggi ho la forza per dire che in passato ho affrontato queste cadute in modo completamente scorretto. Come le sto affrontando ora? Svegliandomi tutte le mattine, guardandomi allo specchio e ripetendo 7 volte: "Ma quanto sei carina!". Un rito magico, per focalizzarmi sui miei dettagli migliori e cominciare ad amare quelli non che proprio non mi aggradano. Gea dice che non ha di questi problemi e i suoi rotoli di ciccia le piacciono moltissimo. Gea è un cane, ma è più avanti di me.

* GIOIA E RIVOLUZIONE! Ancora e per sempre! Un cambiamento forte nella vita. Quello a cui da un po' si pensa ma che non si ha ancora avuto il coraggio di fare. Un taglio alle chiome da Principessa, andare a vivere da soli, cambiare città, mollare il lavoro che non ci piace anche se siamo in momento di crisi! Gea ha detto basta alla cuccia leopardata, da oggi passa dalla versione di "chien fatale" in favore di una copertina scozzese che le da un tono da cane colto.

* Ascoltare. Ascoltare di più, prendersi una giornata in cui si regala un ascolto ad un amico o sconosciuto, senza nominare la parola IO per tutta la durata del discorso. [Questo punto me lo sento cucito addosso eheh] Alla fine, ringraziare e andarsene. Gea dice che mi ascolta già tanto, che questo ultimo punto non la riguarda.

Bene, io e Gea siamo [quasi] pronti per questa giornata di primo giorno di scuola!