Tra fili colorati e sensazioni il mio primo autoritratto.

Vi ricordate di "Profili"? Ne ho parlato un po' di tempo fa, un progetto artistico legato ai colori e alle loro relazioni con le nostre sensazioni.
Ho cominciato con un mio autoritratto, che ora posso finalmente mostrarvi. Curioso, che sia il primo autoritratto della mia vita, alla scuola d'arte che ho frequentato per un po' parallelamente al liceo ho disegnato di tutto, da gessi impolverati e miei compagni di sventura, ma mai me stessa. Dovevo aspettare i 25 anni per riuscire ad affrontarmi. Beh, intanto che io analizzo questa cosa e faccio ipotesi psico-scientifici-poco-attendibili sulla cosa, ecco il risultato:
Immagine
Porta con sè le imperfezioni dei primi esperimenti, le ore piccole della mia insomnia, le dita bucate dalla mia frenetica voglia di finire!
Immagine
Ora sto già cominciando un nuovo "profilo", questa volta un ritratto di una persona cara che si è prestata al "gioco" [se anche voi siete abbastanza fuori di testa per farlo, scaricate la scheda in allegato al post e inviatemela compilata a giui.giuliarusso@gmail.com]
Immagine
Per le foto si ringrazia, come sempre, Simone berna. :)
Buona giornata colorata a tutti voi!
...ed ecco la scheda! come funziona? Alla fine di ogni giornata, per un mese, pensate alle emozioni che avete provato e mettete dei pallini nell'area di colore che rappresenta quello che sentite [per esempio, oggi è stata una giornata in cui mi sono sentita molto attiva, propositiva e felice, ZAC, un puntino nell'area arancione e uno in quella gialla!]. Le parole che trovate scritte sono solo dei "sintesi", che magari possono aiutarvi a focalizzare il colore nella vostra mente all'inizio, ma non vanno prese come una regola, assolutamente!
Immagine